Museo > Il panettone e la storia

Panettone Anno Domini 1476

23 Febbraio 2015

Perché Panettone a.D. 1476?

Il panettone, stando alla leggenda, nasce a Milano al tempo della magnifica corte di Ludovico il Moro. In occasione di un banchetto il pasticcere va in confusione e carbonizza il dolce che, come d’uso all’epoca, doveva essere un tripudio di marzapane con frutta secca, spezie e miele. 

Il disgraziato, non avendo altra scelta, si lascia convincere a servire il pan dolce che Toni, il garzone, aveva preparato per la tavola dei cucinieri impastando fior di farina, uova, burro, zucchero e lievito con una manciata di uvetta e canditi sottratti alla dispensa di corte. 

I nobili commensali guardano perplessi quel che viene portato in tavola, lo assaggiano scrutando la reazione del duca. Dolcezza del vino o Luna buona, sia quel che sia, avviene il miracolo: “Qual novità!” - tuona Ludovico il Moro - “Maggiordomo, di che si tratta?”. Una corsa in cucina per capirci qualcosa: “El pan de Toni? No, no, per carità, qui ci vuole un nome che riempia la bocca, altisonante… Panettone, mio signore, si chiama Panettone!”.

torna indietro