Ratatouille > Approfondimenti

L'aceto: non un banale condimento

27 Settembre 2017

COS’E’ L’ACETO

 

L’aceto di vino è uno dei condimenti più utilizzati in Italia e si ottiene dalla fermentazione dei vini con particolari caratteristiche.
E’ ricco di molteplici sostanze organiche ad alto valore energetico e svolge un’azione corroborante e stimolante per l’intero organismo; inoltre conferisce gusto e sapore ai cibi e aiuta la digestione, poiché stimola lo stomaco alla produzione dei succhi gastrici.

L’Aceto è commercializzato in diversi tipi, classificati in base alla colorazione (bianco, rosato e rosso) e ... [continua]

Tutti pazzi per i Macaron!

10 Settembre 2017

ORIGINE

 

L’origine della parola Macaron non è ancora certa: c’è chi sostiene che derivi dalla parola italiana maccarone o maccherone, proveniente a sua volta da “ammaccare”, nel senso di schiacciare. Altri sostengono che si rifaccia alla forma tondeggiante del Maccherone italiano. Infine i più audaci sostengono che la sua etimologia richiami la parola greca che indica il “dolce ben augurale”.

Qualunque siano le sue origini, l’unica certezza è che arrivarono nel 14° secolo in Francia grazie ai cuochi ... [continua]

Il Chinotto di Savona

8 Febbraio 2017

Il Chinotto di Savona, presidio Slow Food, si coltiva in Liguria e più precisamente lungo la riviera da Varazze a Finale. In Italia arriva dalla Cina intorno al 1500 grazie ad un navigatore di origini Savonesi che la trapiantò trovando colà un microclima ideale. 
Oggi il Chinotto arricchisce di preziosi e intensi aromi i Panettoni e le Colombe Loison

Un tempo in molti caffè italiani e francesi, sul banco di vendita, si poteva trovare un vaso dotato di un cucchiaino di maiolica pieno di piccoli agrumi verdi immersi nel Maraschino: erano chinotti di Savona, famosi e unici per qualità, aroma e ottimi come digestivo. 

 

 

Le sue caratteristiche

 

La pianta, sempreverde, è alta poco più di un metro e mezzo, ma sviluppa sui pochi rami un’incredibile quantità di frutti e di fiori. Nel periodo del raccolto, tra settembre ... [continua]

Carpaccio: origini e variazioni

18 Luglio 2016

Dalle sue origini veneziane, oggi questo piatto si è evoluto in un tipo di taglio sottile dove ogni ingrediente, in qualsiasi stagione, può diventare “carpaccio”. Il segreto? Bilanciare i condimenti!

Due interpretazioni del Carpaccio le troviamo anche abbinate al Panettone Loison in modo insolito, fresco e veloce, grazie allo Chef Franco Favaretto e all'amica Daniela Corso.

ORIGINI

L’origine del “Carpaccio” lo di deve a Giuseppe Cipriani, fondatore dello storico locale di Venezia Harry's Bar. Quando seppe che ad una sua amica, la contessa Amalia Nani Mocenigo, le fu proibito, per motivi di salute, di mangiare carne cotta, lo preparò appositamente per lei.
Il nome fu attribuito in onore del pittore veneziano Vittore Carpaccio, poiché il colore della carne cruda gli ricordava gli intensi colori dei quadri del pittore. Una tavolozza rossa ... [continua]

CIOCCOLATO MON AMOUR

30 Giugno 2016

 

Negli ultimi anni si è visto celebrare il cioccolato in molteplici modi grazie ad eventi espressamente dedicati, passando per i banchi traboccanti dei mercatini alle sopraffine evoluzioni dei mâitre chocolatier, e la conoscenza del cioccolato, detto anche “cibo degli dei”, sta avendo oggi la massima diffusione sia in termini di pubblicazioni che in manifestazioni. 

 

Questo articolo vuole dare uno spunto non impegnativo per un primo avvicinamento al mondo del cacao e del cioccolato… una prelibatezza che Anthelme Brillat Savarin definiva così “Beato cioccolato, che dopo aver corso il mondo, attraverso il sorriso delle donne, trova la morte nel bacio saporito e fondente delle loro bocche”.

UN PO’ DI STORIA

Il cioccolato è apprezzato e gustato in tutto il mondo da secoli. Quello che conosciamo oggi, però, somiglia assai poco al cioccolato consumato nell’America centrale pre-colombiana.

L’albero del cacao è originario del Sudamerica dove era coltivato da Aztechi, Maya e Incas, che dai semi ne ricavavano una bevanda. A questi semi attribuivano un enorme valore tanto da adoperarli come moneta di scambio.
Intorno al 1520 il conquistador spagnolo Hernán Cortés scoprì che l’imperatore degli ... [continua]

1 | 2 | 3 | 4 | prossima | >>