Ratatouille > Approfondimenti

Panettone e Vino: 6 abbinamenti consigliati da Dario Loison

22 Dicembre 2017

Natale è un momento unico! Per renderlo ancora più importante scegliete con cura il vino da abbinare al Panettone o al Pandoro, orientandovi sempre su un vino che vi piace e che vi permette di celebrare nel modo più speciale un momento di gioia in compagnia dei vostri cari.

 

Ricordatevi che il vino da abbinare dovrà essere sempre più dolce rispetto al panettone o al pandoro; inoltre la naturale dolcezza del lievitato permette di spaziare tra diverse tipologie di vino dolce, dagli spumanti ai vini passiti più particolari, come ad esempio gli Icewine canadesi, in modo da esaltare i profumi e i sapori dei canditi e dell’uvetta.

 

Per guidarvi nella scelta dei vini da abbinare ai prodotti Loison, abbiamo selezionato dalla Cantina personale di Dario Loison, alcuni vini italiani ed esclusive etichette straniere.

Eccole: 

 

 

 

 

 

1) PANETTONE CLASSICO

 


L’ABBINAMENTO TRADIZIONALE - Il Moscato d’Asti è un vino che si trova tipicamente sulle tavole italiane durante le festività.

 

LA NOSTRA ALTERNATIVA - Il panettone classico, ricco di sapori e profumi, permette di azzardare diversi abbinamenti. Per questo motivo abbiamo scelto di abbinare con il Panettone Classico Loison un vino più strutturato come il Malvasia delle Lipari, un passito ... [continua]

Panettone, vino e grappa

8 Dicembre 2017

L’inimitabile gusto del Panettone Loison è conosciuto da decenni non solo in Italia ma in tutto il mondo. Non tutti sanno, però, che questo lievitato è profondamente legato agli antichi saperi e sapori della terra dell’Alto Vicentino, dal vino Maculan di Breganze alla Grappa Poli di Schiavon.

 

PANETTONE AL TORCOLATO

Tutto cominciò all’inizio degli anni 2000, quando Dario Loison e Fausto Maculan decisero di unire le loro “creature” in un lievitato unico, creando il Panettone al Torcolato.

La ricetta artigianale è quella classica del Panettone Loison che prevede l’utilizzo del lievito madre, una lunga lievitazione, e la presenza di materie prime ricercate come la preziosa uvetta sultanina che viene immersa in una speciale bagna a base di Torcolato Breganze Doc. Ed è proprio questo il ... [continua]

L'aceto: non un banale condimento

27 Settembre 2017

COS’E’ L’ACETO

 

L’aceto di vino è uno dei condimenti più utilizzati in Italia e si ottiene dalla fermentazione dei vini con particolari caratteristiche.
E’ ricco di molteplici sostanze organiche ad alto valore energetico e svolge un’azione corroborante e stimolante per l’intero organismo; inoltre conferisce gusto e sapore ai cibi e aiuta la digestione, poiché stimola lo stomaco alla produzione dei succhi gastrici.

L’Aceto è commercializzato in diversi tipi, classificati in base alla colorazione (bianco, rosato e rosso) e ... [continua]

Tutti pazzi per i Macaron!

10 Settembre 2017

ORIGINE

 

L’origine della parola Macaron non è ancora certa: c’è chi sostiene che derivi dalla parola italiana maccarone o maccherone, proveniente a sua volta da “ammaccare”, nel senso di schiacciare. Altri sostengono che si rifaccia alla forma tondeggiante del Maccherone italiano. Infine i più audaci sostengono che la sua etimologia richiami la parola greca che indica il “dolce ben augurale”.

Qualunque siano le sue origini, l’unica certezza è che arrivarono nel 14° secolo in Francia grazie ai cuochi ... [continua]

Il Chinotto di Savona

8 Febbraio 2017

Il Chinotto di Savona, presidio Slow Food, si coltiva in Liguria e più precisamente lungo la riviera da Varazze a Finale. In Italia arriva dalla Cina intorno al 1500 grazie ad un navigatore di origini Savonesi che la trapiantò trovando colà un microclima ideale. 
Oggi il Chinotto arricchisce di preziosi e intensi aromi i Panettoni e le Colombe Loison

Un tempo in molti caffè italiani e francesi, sul banco di vendita, si poteva trovare un vaso dotato di un cucchiaino di maiolica pieno di piccoli agrumi verdi immersi nel Maraschino: erano chinotti di Savona, famosi e unici per qualità, aroma e ottimi come digestivo. 

 

 

Le sue caratteristiche

 

La pianta, sempreverde, è alta poco più di un metro e mezzo, ma sviluppa sui pochi rami un’incredibile quantità di frutti e di fiori. Nel periodo del raccolto, tra settembre ... [continua]

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | prossima | >>