Ratatouille > Approfondimenti

Panettone e Vino: 6 abbinamenti consigliati da Dario Loison

22 Dicembre 2017

Natale è un momento unico! Per renderlo ancora più importante scegliete con cura il vino da abbinare al Panettone o al Pandoro, orientandovi sempre su un vino che vi piace e che vi permette di celebrare nel modo più speciale un momento di gioia in compagnia dei vostri cari.

 

Ricordatevi che il vino da abbinare dovrà essere sempre più dolce rispetto al panettone o al pandoro; inoltre la naturale dolcezza del lievitato permette di spaziare tra diverse tipologie di vino dolce, dagli spumanti ai vini passiti più particolari, come ad esempio gli Icewine canadesi, in modo da esaltare i profumi e i sapori dei canditi e dell’uvetta.

 

Per guidarvi nella scelta dei vini da abbinare ai prodotti Loison, abbiamo selezionato dalla Cantina personale di Dario Loison, alcuni vini italiani ed esclusive etichette straniere.

Eccole: 

 

 

 

 

 

1) PANETTONE CLASSICO

 


L’ABBINAMENTO TRADIZIONALE - Il Moscato d’Asti è un vino che si trova tipicamente sulle tavole italiane durante le festività.

 

LA NOSTRA ALTERNATIVA - Il panettone classico, ricco di sapori e profumi, permette di azzardare diversi abbinamenti. Per questo motivo abbiamo scelto di abbinare con il Panettone Classico Loison un vino più strutturato come il Malvasia delle Lipari, un passito di notevole ampiezza aromatica con sentori di albicocca, miele ed eucalipto.

 

 

 

 

 

2) PANDORO CLASSICO

 


L’ABBINAMENTO TRADIZIONALE - Il Moscato d’Asti è un vino spumante che si accosta perfettamente al Pandoro. Per chi lo desidera, può comunque scegliere un’altra tipologia di Moscato spumantizzato, come ad esempio il Moscato Fior d’Arancio, tipico dei Colli Euganei.

 

LA NOSTRA ALTERNATIVA - Per il Pandoro Classico Loison abbiamo selezionato un vino proveniente da uve di Moscato, non spumantizzato e con uve raccolte in vendemmia tardiva. Un vino che esalta al massimo la dolcezza del Pandoro.

 

 

 

 

3) PANETTONE AL CIOCCOLATO

 

 

L’ABBINAMENTO TRADIZIONALE - Il Recioto della Valpolicella è un vino dolce dai tratti complessi con sentori di frutta nera sotto spirito, cacao, liquirizia, menta e spezie. Un vino caldo e strutturato che si sposa alla perfezione con il cioccolato del Panettone Regal Cioccolato Loison.

 

LA NOSTRA ALTERNATIVA - Per abbinare il nostro Panettone Regal Cioccolato, abbiamo pescato dalla cantina di Dario Loison un Icewine canadese prodotto da uve di Cabernet Franc. Un vino unico nel suo genere che rievoca sentori di fragola e ribes nero, dal gusto dolce e un po’ piccante. 

 

 

 

 

4) PANETTONE ALBICOCCA E ZENZERO

 

L’ABBINAMENTO TRADIZIONALE - A Vicenza, città d’origine del Panettone Loison, quando si parla di Natale, i primi vini che vengono in mente sono passiti Torcolato e Dindarello. Quest’ultimo è un vino passito proveniente da uve di Moscato dal gusto dolce e freschissimo, dalla persistenza lunga e gradevole che ben si sposa con l’intensità dei sapori di albicocca e zenzero.


LA NOSTRA ALTERNATIVA - Per questo panettone abbiamo selezionato un altro Icewine dalla cantina personale di Dario Loison, questa volta prodotto con uve Vidal, un vitigno molto diffuso in Canada che ricorda il nostro Trebbiano Toscano. Questo vino si abbina a meraviglia con l’albicocca e, grazie alla sua freschezza, permette di assopire la leggera piccantezza dello zenzero.

 

 

 

 

5) PANETTONE ALLA ROSA

 

Per produrre questo Panettone unico nel suo genere è stato utilizzato un blend di rose, tra cui la Rosa Damascena, accanto al prezioso Sciroppo di Rose Liguri, Presidio Slow food

 

L’ABBINAMENTO TRADIZIONALE - Tutta questa dolcezza floreale si abbina perfettamente con un vino fresco e dolce come il Vin Santo Trentino.
Questo pregiato passito viene realizzato con uve selezionate di Nosiola, vitigno autoctono della Valle dei Laghi che proprio in questo angolo di Trentino trova il suo terroir ideale; un vino di grande morbidezza, con giusto equilibrio di tenore zuccherino e alcolico, ricco di profumi e aromi che lo rendono unico.


LA NOSTRA ALTERNATIVA - Per coloro che amano i contrasti, abbiamo deciso di abbinare la dolcezza del Panettone alla Rosa Loison con il gusto deciso e persistente di un altro vino trentino: il Trento Doc

In particolare, anche per mantenere un’armonia di colori, abbiamo scelto un Trento Doc Rosé, un vino spumante dai profumi complessi che ricordano le fragoline di bosco e il ribes con una fresca essenza di fiori di biancospino; il retrogusto di mandorla dolce è sorretto da una vena acida che dona al palato un’eccezionale piacevolezza.

 

 


6) PANETTONE MARRON GLACÉ

 

L’ABBINAMENTO TRADIZIONALE - Per il nostro Panettone al Marron Glacé abbiamo scelto un altro vino della zone del Vicentino, territorio natale del Panettone Loison. In questo caso, abbiamo optato per il Recioto di Gambellara - Metodo Classico, un vino spumante dolce che si abbina perfettamente al sapore intenso del marron glacé e che permette di “sgrassare” la tipica pastosità della castagna.

 

Per chi preferisce i vini fermi, può comunque optare sempre per il Recioto di Gambellara Classico. Tradizionale vino dolce del nostro territorio contraddistinto da sentori di mandorla tostata, confettura di albicocche, miele e caramello. Al palato risulta caldo, vellutato, in un perfetto equilibrio tra acidi e zuccheri.

LA NOSTRA ALTERNATIVA - Per restare in tema di Icewine, abbiamo deciso di chiudere con un altro vino proveniente dal Canada: questa volta la scelta è ricaduta su un “vino di ghiaccio” proveniente da uve Riesling. Un vino con note di agrumi canditi, pera affogata, pesca matura, miele e spezie, il tutto bilanciato da una rinfrescante acidità.

 

 

 

Nota sugli Icewine

Gli Icewine sono una variante di vino ottenuto dalla fermentazione di grappoli congelati, vendemmiati tardivamente all'inizio della stagione invernale, quando la temperatura scende sotto i −7 °C (−8 °C in Canada). 

La rapida raccolta e pressatura dei grappoli congelati rende possibile una elevata concentrazione degli zuccheri perché, mentre questi ultimi non si modificano con la bassa temperatura, l'acqua all'interno degli acini si ghiaccia. Il congelamento impedisce generalmente anche la formazione della Botrytis cinerea, la muffa nobile: ciò consente di ottenere dei vini che, a fronte di una considerevole dolcezza, presentano una spiccata acidità che riesce a bilanciarli in maniera adeguata, ciò che li distingue da altri vini dolci come Sauternes e Tokaji.

I principali produttori mondiali di vini di ghiaccio sono Germania, Austria, Repubblica Ceca, Canada (Ontario e Columbia Britannica). Tra i vitigni più utilizzati se ne possono trovare sia a bacca bianca (Riesling e Vidal) che a bacca rossa (Cabernet Franc). Esistono anche versioni spumantizzate. Recentemente anche altri paesi si sono cimentati nella produzione, tra cui l'Italia, particolarmente in Trentino-Alto Adige (dove viene chiamato Eiswein) e in Valle d'Aosta (dove viene chiamato Vin de Glace), ma anche in Piemonte, Emilia-Romagna) e Francia.

[Fonte Wikipedia]

 

torna indietro