Ratatouille > Approfondimenti

Vaniglia, dea degli aromi

29 Agosto 2014

Già dai primi anni del nuovo Millennio Dario Loison comprese l'elevata importanze delle spezie e degli aromi naturali per la  pasticceria artigianale: la scintillà scoccò durante una visita presso l'orto botanico di Padova... Importanza che trovò conferma nel 2003 quando SlowFood decreto la Vaniglia di Mananara del Madagascar come presidio internazionale

 

 

Già dai primi amni 2000 Dario Loison intuì l’importanza e il pregio delle spezie: la scintilla scoccò durante una visita all’ Orto botanico di Padova, il più antico Orto universitario del mondo (anno fondazione 1545) che abbia conservato nei secoli l’ubicazione originaria in un complesso dallo straordinario valore scientifico, storico, artistico e naturalistico nel centro storico di Padova.

 

Le ricerche attraverso libri antichi, viaggi, biblioteche e grazie all’aiuto di ricercatori portarono ad un risultato che incontrò la conferma nel 2003 da parte di SlowFood che decretò la Vaniglia di Mananara del Madagascar come Presidio internazionale

 

Isola che evoca colori, magie e profumi, il Madagascar, quarta più grande al mondo, è terra generosa circondata da acque cristalline. Qui viene coltivata la Vaniglia di Mananara, una delle più pregiate al mondo, curata a mano in piccole riserve con tecniche tradizionali. Loison l’ha scelta dopo lunga e profonda ricerca, nonostante gli alti costi di produzione, lavorazione ed importazione; viene utilizzata con sapienza e creatività, affinché il suo aroma intenso e persistente esalti nello stesso tempo l’olfatto e il gusto.

 

È una pregiata orchidea che cresce nelle foreste tropicali e la sua terra d’origine è il Centro-America dove, fin dai tempi antichi, la popolazione messicana dei Totonachi, ne adoperavano i frutti siaa scopo medicinale che per il suo impareggiabile aroma e le note fruttate. Nell’ Ottocento venne trapiantata in Madagascar, habitat magicamente favorevole, da cui ha preso il nome. Il suo caratteristico profumo millenario, che ancora ci seduce, si distingue ad occhi chiusi.

 

Presto tutti gli approfondimenti su questa preziosa spezia, che noi definiamo la Dea degli aromi

torna indietro