Ritratti > Chef

Danilo Angè

8 Settembre 2014

Danilo Angè da qualche anno collabora con Loison: "Sono entrato subito in sintonia con Dario, per la filosofia dell’azienda, per la grande attenzione alla qualità dei prodotti e alla scelta di materie prime eccellenti, soprattutto per l’approccio al lavoro che ho ritenuto simile al mio: entrambi siamo mossi da una grande passione per la nostra professione".

Pentole, coperchi e mestoli erano tra i miei giocattoli preferiti. Naturalmente quelli “veri”, sottratti in cucina alla mamma e usati per volare con la fantasia: nella mia immaginazione di bambino, creavo grandi e scenografici buffet, piatti succulenti e dolci golosi…


Alla domanda: “Cosa farai da grande?” rispondevo: “Il cuoco o il fotografo”. Bene, a quarant’anni la cucina e la fotografia sono tuttora le mie più grandi passioni, insieme ai viaggi; ma, mentre mi occupo di fotografia solo a livello di hobby, l’interesse per l’enogastronomia mi ha spinto a scegliere questo settore per la mia professione. Così, terminati gli studi presso la scuola alberghiera, il mio percorso si è snodato attraverso diversi ristoranti e alberghi milanesi.


Amo molto il mio lavoro; mi consente di spaziare in diversi campi: scrivo su riviste del settore della ristorazione e alterno l’organizzazione di eventi e serate a tema all’insegnamento, spesso partecipo a programmi televisivi. Le soddisfazioni sono sempre maggiori e ripagano ampiamente dell’impegno e dei continui sacrifici che questo mestiere richiede. La ricerca costante è un elemento irrinunciabile per migliorare la qualità della proposta in cucina. La conoscenza e l’uso appropriato delle nuove tecniche di cottura sono di fondamentale importanza.
Utilizzo materie prime freschissime, di stagione, di alta qualità, meglio se biologiche; cerco di ridurre i grassi e adoro le erbe aromatiche.
Ritengo indispensabile valorizzare i prodotti del territorio e la cucina regionale, il nostro Paese vanta un patrimonio invidiabile, ma è importante reinterpretare i piatti in chiave moderna. Al di là di facili mode e tendenze, le proposte gastronomiche devono adeguarsi al gusto ed alle esigenze contemporanei.


Mi piace presentare i piatti in modo personale e accurato; la ricerca dell’armonia passa anche attraverso forme e colori, che si percepiscono prima dell’assaggio: un piatto si mangia prima con gli occhi.
Un equilibrato mix fra tradizione e innovazione può essere la chiave del successo in cucina; l’ “ingrediente” più significativo rimane tuttavia la passione, perché come affermava il filosofo Hegel “Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione”.

 


I ♥ Loison

 

Il rapporto di collaborazione con Loison è nato qualche anno fa in occasione di un evento. Sono entrato subito in sintonia con Dario, per la filosofia dell’azienda, per la grande attenzione alla qualità dei prodotti e alla scelta di materie prime eccellenti, soprattutto per l’approccio al lavoro che ho ritenuto simile al mio: entrambi siamo mossi da una grande passione per la nostra professione.

E’ stato naturale proseguire nel comune intento di valorizzare attraverso ricette innovative il panettone, un prodotto che amo particolarmente essendo diffuso per tradizione nella mia città, Milano. Ho partecipato volentieri alle iniziative volte a destagionalizzare il panettone, impiegandolo come ingrediente versatile nella preparazione di piatti dolci e salati.


Sono affascinato inoltre dallo stile e dall’esclusività del packaging. Ideato e curato nei dettagli da Sonia, dona ulteriore eleganza alle creazioni dolciarie, da mangiare con gli occhi prima di essere gustate. Consumato il prodotto, le stupende scatole e cappelliere troveranno sicuramente un posto per essere utilizzate nelle nostre case.

 

 

I Video

 

 

 

 

Ricette

 

torna indietro