«La mia è una cucina leggera, ragionata e nobilitante»

Dopo l’esperienza all’estero, in Italia Andrea ha affiancato Martino Scarpa all’ “Osteria ai do campanili” per 3 anni. Nel 2017 vince
l’ottava edizione del Festival Triveneto del Baccalà-Trofeo Tagliapietra

Il suo Passato e l'Esperienza
La passione per la cucina nasce sin da quando ero bambino. Ricordo tra i momenti più belli quando al sabato si andava a fare la spesa con la mia famiglia al mercato si girava tra i banchi per comprare frutta e verdure; sotto il salone invece si sceglievano i formaggi, il pesce e le carni. Era un carosello di sapori, colori e profumi che ha fatto nascere in me l'amore per il cibo!
Sono anche stato all'estero per tre anni: è stato molto interessante capire e vedere cose nuove. Quando sono rientrato in Italia ho cominciato subito a lavorare da Martino Scarpa accesi da un continuo confronto reciproco.
Ora la mia cucina è leggera perché voglio che il mio cliente si senta appagato nel gusto ma non appesantito. E' una cucina ragionata: tutti i miei piatti sono studiati, hanno una logica. E', infine, una cucina nobilitante perché mi piace utilizzare materie prime che magari i più classificano, erroneamente, di secondo livello, che cerco di elevare
La costruzione di un piatto parte da un'idea, da un'intuizione o da un ragionamento. Dal principio però c'è sempre un grande lavoro, prove e studio continuo.
Il Ristorante Fuel
Fuel nasce a Villaguattera, in provincia di Padova presso un distributore di carburante, e da questo prende il nome. Allora la cucina era affidata a Gianluca Battistin, che ha realizzato menu di alto livello. Poi il trasferimento del ristorante nel cuore di Padova e da circa un anno sono alla guida della brigata.
Nel Menu non è presente la classica divisione delle portate in antipasto, primo e secondo, per me rappresenta un vincolo, un limite sia per chi cucina sia per chi mangia. Quando sono arrivato al Fuel ho deciso di proporre il menu in maniera diversa: questo ci permette, ad esempio, di avere più portate fredde nel periodo estivo, o calde d'inverno, e di avere più piatti con ingredienti stagionali; inoltre ci consente di muoverci tra le ricette in maniera più libera e fluida.
I LOVE LOISON
Ho conosciuto Dario tre anni fa, in occasione dell'evento benefico “A tavola con le stelle del Nordest”. Le cose che mi hanno colpito di più di lui sono l'intelligenza nel capire il potenziale e la versatilità del Panettone, e il suo grande carisma.
Tra tutti i gusti della gamma di Panettoni Loison, il Mandarino Tardivo di Ciaculli: mi ha colpito per la potenza e persistenza del suo profumo sia al naso che in bocca.In Italia il panettone riconduce automaticamente all'inverno e alle feste natalizie come le “Chiacchiere” al Carnevale. Non è poi così difficile slegarci da questi schemi e mangiare un prodotto buono e fatto bene. Quindi, ben venga il panettone tutto l'anno!
*L'intervista è stata realizzata quando lo chef lavorava al Ristorante Fuel (PD)
 
 
Il Ristorante
Ristorante Radici Terra e GustoVia Andrea Costa, 18/a
35124
Padova PD
049 232 0525Lingue: Italiano - IngleseAperto: Martedì - DomenicaOrario: Dalle 7:00 alle 00:30
 
Ristorante Radici Terra e GustoVia Andrea Costa, 18/a
35124
Padova PD
049 232 0525Lingue: Italiano - IngleseAperto: Martedì - DomenicaOrario: Dalle 7:00 alle 00:30